Prima di andare via…
Registrati e segui i nostri suggerimenti di libri a prezzi scontati
sulla base dei tuoi gusti letterari.
Nessun obbligo di acquisto · Disiscriviti quando vuoi

9 libri che parlano di gatti

9 libri che parlano di gatti

Il gatto è un animale dalla naturale aura magica: nell’Antico Egitto era considerato una divinità, in Occidente, invece, è il fedele compagno delle streghe (con valenza positiva o negativa, a seconda del momento storico).
Il gatto, fuori dalla cultura popolare e dai pregiudizi positivi e negativi, è soprattutto il più prezioso compagno di vita di tante persone. Le delicate movenze con le quali si impadroniscono degli spazi indicano quella confidenza che nasce dalla certezza di essere sempre al posto giusto, nel momento giusto.
Ecco quindi una finestra sul loro meraviglioso mistero in questi nove libri che parlano di gatti (nove come le vite attribuite loro nella cultura anglosassone).


Storia di un gatto bibliotecario

di Daniele Palmieri

La mamma gli aveva detto di non allontanarsi da lei, ma il richiamo dell’indipendenza era stato più forte di quei richiami preoccupati e affettuosi. Così, esplorando tra le sabbie del deserto, si era trovato di fronte a quell’uomo che lo aveva portato via in un sacco, lontano da casa.
Non si era arreso, quel cucciolo, neanche quando il suo mondo si era limitato ad essere in una gabbia, in una stanza piena di altri animali privati della libertà. Non doveva certo finire così: aveva studiato l’ambiente e gli uomini che andavano e venivano, sarebbe potuto tornare libero.
Lui, destinato a diventare un gatto bibliotecario, doveva passare l’inferno per arrivare finalmente in paradiso. Da leggere perché, per compiere il proprio destino, ci vuole una buona dose di coraggio, istinto e fiducia nel futuro, valori che impareremo in queste pagine.


Blitzcat. Se il mondo cade a pezzi

di Robert Westfall

Lord Gort non si trova più, ormai da tre giorni. La preoccupazione è tale da mandare perfino un telegramma. Visti i tempi, il caso di omonimia è tale da mettere in allarme Whitehall: c’è la guerra, in Inghilterra, nel 1940.
Un rapido controllo e viene svelato che la nostra Lord Gort è una gatta nera, sparita da casa dopo che il suo padrone è stato richiamato alle armi.
Da qui, noi seguiamo lei. Il mondo sta cadendo a pezzi, è vero, non lo si può negare. Questa gatta nera (un portafortuna vivente, nella cultura anglosassone), paziente, testarda, guidata dall’amore e dalla necessità ci può insegnare come comportarci in questi casi. Lei è capace di dosare attenzione verso gli altri e sano egoismo, riuscendo sempre a rimanere focalizzata sul suo obiettivo. E, nella sua infinita saggezza, aiutare le persone a rendere qualcosa di unico la propria vita.


Cronache di un gatto viaggiatore

di Hiro Arikawa

L’amicizia è il bene più prezioso che un gatto può dare ed avere. Il suo sguardo va oltre le apparenze, scorge tutto ciò che vuoi nascondere e lo ama profondamente. Lui sarà capace di sostenerti nei momenti più difficili della tua esistenza. Un gatto, quando ti sceglie, lo fa per la vita, ed oltre.
È questo che accade ai due protagonisti di queste cronache: da che si incontrano, non si lasceranno più, nonostante tutto. Da leggere perché diventano i nostri insegnanti, esperti nel godersi tutti i momenti passati insieme, voluti e completamente assaporati.


“Ho guardato in alto verso le spighe di susuki: ancora più su, col sole alle spalle, c’era Satoru che mi ha individuato. Nell’istante stesso in cui i nostri sguardi si sono incrociati, il suo viso teso si è rilassato tutto d’un colpo. E poi anche nello sguardo si è allentata la tensione… Senza dire una parola, Satoru si è inginocchiato a terra e mi ha abbracciato stretto”.

Hiro Arikawa


Pausa caffè con gatti

di Charlie Jonas

Mimi ha cambiato la vita di Suzann: dopo essere rimasta vedova, l’anziana signora si stava lasciando andare. È stato accarezzando il morbido pelo bianco della gatta che ha capito che non era tutto finito, che si poteva concedere quell’ultimo viaggio ad Ischia.
Per questo Mimi viene affidata alle cure di Leonie, una ragazza che non ama i gatti, al contrario della sua amica Maxie.
La bianca felina, con le sue strategie, riuscirà a far capire a tutti qual è il loro posto nel mondo, riequilibrando quei vuoti del cuore che vogliamo nascondere a noi stessi, togliendo quei condizionamenti che ci avvelenano la vita.
Da leggere perché ci sono momenti, per tutti noi, in cui ci sono indispensabili una saggia zampata, un pezzo di dolce ed un fragrante caffè.


A volte basta un gatto

di Saki Murayama

I Grandi Magazzini Hiroshino sono un posto speciale per tutti gli abitanti della città di Kazahaya.
Sono arrivati al traguardo dei cinquanta meravigliosi anni di attività senza mai tradire lo spirito di accoglienza e rispetto verso i clienti che animava i suoi fondatori. Una struttura di livello, nella quale ad essere coccolati e rispettati sono anche i dipendenti. Tutti convivono con fantasmi e leggende.
Tra queste, quella del gattino bianco con un occhio azzurro ed uno dorato è la più famosa ed amata. Corre voce che il piccolo felino sia in grado di esaudire un desiderio a chi riesce a vederlo: pochi sono riusciti a scorgerlo. Una leggenda oppure realtà? Scopritelo, coccolandovi tra queste righe scritte con stile tranquillo, rilassato, elegante, coinvolgente e delicato. Prendetevi del tempo da dedicare a voi, in un ambiente bello ed elegante.


Il gatto che riportava il sorriso

di Rachel Wells

Il gatto dei portoni di Edgar Road ci racconta, ancora una volta, come vivere al meglio la propria vita. Dico ancora una volta perché Alfie è già stato protagonista, più e più volte, nelle vite di chi ancora oggi gode dei suoi consigli e delle sue coccole.
Qui lo troviamo a godersi i frutti del suo buon lavoro, la compagnia di un figlio (ma quando ha smesso di essere un gattino?), dei suoi amici umani e felini e del suo primo amore.
Si sa come sono gli umani, però, hanno sempre bisogno di un suo consiglio. D’altronde, non sono sempre state le sue preziose idee a metterli sulla buona strada? Anche se Alfie lo deve ammettere: alcuni di loro hanno imparato più di altri.
Con il Natale alle porte, Aleksy e Connie decidono che, per onorare il vero spirito natalizio, sarebbe opportuno che una ricerca scolastica sulla condizione dei senzatetto diventi un progetto per aiutarli. Con il cuore pieno di orgoglio, il nostro gatto dei portoni sarà subito pronto a dare il suo imprescindibile contributo.
Da leggere per sfatare un mito, guardarci dentro e scoprire che pensare agli altri significa fare il nostro bene. Per una volta, cerchiamo di essere egoisti come un gatto!


“Ero curioso, ed essendo un gatto dei portoni non potevo fare a meno di provare eccitazione ogni volta che una persona nuova veniva ad abitare nella nostra strada. Per prima cosa dovevo sapere se aveva un gatto e, in caso contrario, andarci allo scopo di conquistarla. Non puoi mai sapere se una persona ha bisogno o no di un gatto. La maggior parte delle persone ne ha bisogno, comunque“.

Rachel Wells


Lei e il suo gatto

di Shingai Makoto e Nakasawa Nakuri

Quattro donne hanno bisogno di essere salvate da altrettanti gatte e gatti. Il destino si mette in moto e collega queste anime bisognose le une alle altre. Esatto, anche gatte e gatti protagonisti sono in cerca di un aiuto per crescere nel confronto con l’altro.
Una storia di unione, comprensione e condivisione, che sfida i confini imposti dalla società, fino ad aprire porte dove ci sono muri e parole al posto di silenzi timorosi.
Uno snello volume, necessario a chi ama i gatti, per capire quanto siano ricambiati.


Il gatto che mi ha detto ti amo

di Eva Polanski

Eva Polanski racconta in prima persona come un gatto non solo può darti coraggio ma anche insegnarti qualcosa di essenziale per vivere bene in qualsiasi situazione.
Italia, Milano. L’autrice viene a visitare un locale nel quale dovrebbe sorgere l’enoteca dove vendere i vini prodotti dal marito. Lei e la sua famiglia vivono in Toscana, sede della coltivazione delle vigne. Il posto le pare brutto: piccolo, umido, scuro… Ma un gatto ammantato di luce appare improvvisamente sul davanzale. E lo fa diventare il più bello del mondo.
Tornata a casa, deve di nuovo tornare in Lombardia per l’inaugurazione dell’enoteca, che non ci sarà mai. Il lockdown ci chiude tutti dove ci troviamo.
Eva è disperata, non vedere la famiglia per un tempo indefinito la angoscia. Eppure, a tirarla su di morale, c’è sempre lui, il gatto. Che si prenderà cura di lei in un modo che mai poteva immaginare. Da leggere perché è sempre bello e necessario che ci sia qualcuno a dirci che la vita è bella se sei tu a deciderlo. Qualsiasi siano le circostanze. Ed i gatti lo fanno meglio.


Se i gatti scomparissero dal mondo

di Kawamura Genki

Questa lunga lettera è stata scritta per mantenere l’ultima promessa fatta ad una madre.
La mamma tanto amata del protagonista non c’è più da quattro anni, a causa di una malattia. La sua vita era legata a quella dei due gatti di casa: Lattuga, un micio tanto amato e poi pianto; Cavolo, un gatto che è diventato l’eredità di una donna a suo figlio.
Il ragazzo vive la sua esistenza accanto all’amatissimo felino, giorno dopo giorno, fino a che qualcosa di sconvolgente accade: di fronte a ciò, il suo sguardo sul mondo e sulla sua anima si rivoluziona.
Domande e riflessioni sono il flusso di questo libro, alla ricerca di se stesso e degli altri.
Da leggere perché delle semplici verità spesso perse dietro a questioni futili possano riemergere alla nostra attenzione: forse il tempo che abbiamo a disposizione è tanto, forse poco. Non lo sappiamo con certezza.


E voi, quali libri che parlano di gatti consigliereste?

Sei un lettore forte?

Segui i nostri suggerimenti di libri a prezzi scontati sulla base dei tuoi gusti letterari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prima di andare via…
Registrati e segui i nostri suggerimenti di libri a prezzi scontati
sulla base dei tuoi gusti letterari.
Nessun obbligo di acquisto · Disiscriviti quando vuoi