Prima di andare via…
Registrati e segui i nostri suggerimenti di libri a prezzi scontati
sulla base dei tuoi gusti letterari.
Nessun obbligo di acquisto · Disiscriviti quando vuoi

Recensione “Harry Potter e la pietra filosofale”

Recensione “Harry Potter e la pietra filosofale”

Trama

È un giorno qualunque nel mondo dei Babbani. La vita scorre normale per la famiglia Dursley, residente in Privet Drive numero 4. Madre, padre e figlio non sanno che molto presto la loro quotidianità verrà sconvolta. Una mattina, infatti, di fronte alla porta di casa, Petunia Dursley trova il suo nipotino Harry che dorme in una culletta, avvolto in una coperta, ed accompagnato da una lettera. Il piccolo ha quasi un anno, la stessa età del cugino Dudley. Da quel giorno sono passati dieci anni, durante i quali Harry non è mai stato bene in quella famiglia: ha sempre dormito nel ripostiglio del sottoscala, indossato gli abiti smessi di suo cugino, non si è fatto un solo amico. Eppure, capita che intorno a lui succedano cose strane (come i capelli ricresciuti in una sola notte, il maglione rimpicciolito mentre glielo volevano fare indossare a forza), che qualche persona sembri riconoscerlo per strada. Finalmente si avvicina il suo compleanno. Per l’occasione, gli viene recapitata (per la prima volta nella sua vita) una lettera, in carta di pergamena e vergata con inchiostro color smeraldo. Zio Vernon non gliela fa leggere, con il solo risultato di farle moltiplicare. Non serve a niente andare via da casa: ovunque si trovino, le lettere arrivano. Arrivato il giorno del suo compleanno, lo raggiunge anche Hagrid, un gigante buono che per la prima volta parla ad Harry della sua famiglia e del suo futuro. Harry Potter è un mago, ammesso di diritto alla prestigiosa scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Perché leggere questo libro?

  • Per capire quanto sia importante l’amore nella vita
  • Ci racconta come crescere sia difficile e, proprio per questo, appassionante
  • Amicizia, lealtà e il coraggio di difendere le proprie idee sono motori positivi che indirizzano le persone sulla via giusta da percorrere
  • Niente è facile, ma se ci crediamo davvero tutto è possibile

Recensione completa

Ci sono libri che cambiano la vita, completi, adatti a tutte le età. “Harry Potter e la pietra filosofale” è uno di questi, da leggere e rileggere. In questa nuova edizione, la cui traduzione si è mantenuta più aderente al testo originale, il titolo di
intramontabile è ancora più meritato. I personaggi sono ben delineati, rappresentanti di se stessi e di un particolare modo di vedere le cose. Le loro descrizioni, sia fisiche che caratteriali, sono una sinfonia di contrasti ed armonie nell’economia totale del testo. Non una parola di troppo, né una di meno è detta su di loro.

Seppur lo schema sia molto rispondente a quello delle fiabe, non c’è nulla di infantile in questo libro. Parla sia ai ragazzi che agli adulti, spiegando bene l’importanza di esserci, agire per determinare il proprio futuro, nello stesso tempo aiutando chi non può farlo. I veri mali sono l’indifferenza, la codardia, l’opportunismo. Lo stile del testo è piacevole, scattante, ironico, coinvolgente, alcune frasi raggiungono un picco di poesia commovente. È davvero difficile per me considerare come completa questa recensione: più ci penso, più trovo che per rendere veramente giustizia a questo mondo magico non mi basterebbero pagine. L’unica cosa di cui sono sicura è che non ci sarebbe neanche un solo concetto ripetuto.

L’opera è un’azzeccata allegoria della vita: si parte da noi stessi, per crescere e scegliere o di sopravvivere distraendosi dalle difficoltà (come i Dursley) oppure di vivere. Harry sceglie di vivere, mette ogni giorno a rischio ciò che ha appena conquistato. Quante volte sfiora l’espulsione dalla scuola, andando contro le regole, eppure il bambino sopravvissuto sceglie di pensare a chi avrebbe più danno dal suo seguirle. Lui sceglie di essere un Grifondoro, come i suoi genitori prima di lui, come i suoi amici, capaci di mettersi in gioco e riconoscere gli uni negli altri capacità e debolezze. Per chi ha difficoltà, grandi e piccole, nella vita, è la lettura consigliata: insegna come prendere il meglio di ogni giorno, in equilibrio tra gioia e dolore, sorriso e serietà.


,

Una replica a “Recensione “Harry Potter e la pietra filosofale””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Prima di andare via…
Registrati e segui i nostri suggerimenti di libri a prezzi scontati
sulla base dei tuoi gusti letterari.
Nessun obbligo di acquisto · Disiscriviti quando vuoi